Tag Archives: foibe

FOIBE: “ecco il nostro ricordo in Piemonte”

copertina

Abbiamo preso delle targhe, dei monumenti, delle vie e da 7anni gli abbiamo ridato vita.
Ora questi luoghi hanno varie commemorazioni e siamo riusciti a farli uscire dall’oblio in cui la sinistra ha sempre cercato di nasconderli.
Anche questa è ‪#‎CasaPound‬, anche questo è essere esempio.
AVANTI!

https://www.facebook.com/CasaPoundTorino/?fref=ts

https://www.facebook.com/CasaPoundCuneo/?fref=ts

https://www.facebook.com/CasaPound-Italia-Novara-174280745945424/?fref=ts

Torino: media locali ignorano CasaPound Italia

Torino: media locali ignorano CasaPound Italia
Elezioni: i giornalisti boicottano la lista CasaPound Italia.

“In Italia non esiste la libera informazione” lo denuncia Marco Racca coordinatore regionale dell’associazione “I media asserviti ai politici ignorano volutamente il nostro movimento.”

“Lo scorso 10 Febbraio ad esempio in occasione della giornata del ricordo i media locali hanno citato la manifestazione, vergongosa, dell’Anpi e la contro manifestazione di Fratelli d’Italia, ignorando volutamente duecento persone che hanno sfilato silenziosamente tra le case degli esuli istriani e dalmati”

“Molti giornalisti, dei media più importanti, non si sono presentati alla serata di presentazione dei candidati.”

“Si tratta di un atteggiamento voluto” ha concluso Marco Racca “poichè hanno paura del programma di CasaPound. I politici hanno paura di quelle forze vive che riescono a costruire senza aver bisogno di fondi pubblici ed è per questo che la stampa locale cerca di ignorare, in modo grottesco e maldestro, le attività del nostro movimento.”

censura

Torino,10 Febbraio 2013: fiaccolata silenziosa nel “Giorno del Ricordo” degli esuli di Istria Fiume e Dalmazia

Ricordo Foibe 2013

Domenica 10 Febbraio 2013
“Giorno del Ricordo” degli esuli di Istria Fiume e Dalmazia
PER IL QUARTO ANNO: FIACCOLATA SILENZIOSA

INCONTRO ORE 17,30
LAPIDE VIA PIRANO ANGOLO CORSO CINCINNATO (TORINO)

Foibe: il 10 febbraio a Torino CasaPound Italia in corteo in onore dei martiri
Racca, presidio antifascista organizzato dall’Anpi provocazione che alimenta cultura dell’odio

Torino, 6 febbraio – ‘’Anche quest’anno CasaPound Italia organizza una fiaccolata a Torino per onorare i martiri delle Foibe’’. Ad annunciarlo è Marco Racca, coordinatore regionale di Cpi che spiega: ‘’Sarà come sempre una giornata all’insegna del rispetto verso quei cittadini italiani che furono trucidati dai partigiani comunisti in Istria e Dalmazia”.

“Il corteo – spiega Racca – partirà alle 18 di domenica 10 febbraio dalla lapide di Via Pirano, nel cuore del villaggio degli Esuli. E proprio vicino al villaggio degli esuli, e in un giorno così importante per quella comunità che tanto ha dovuto soffrire per mano proprio dei partigiani, a quanto abbiamo appreso è stata organizzata dall’Anpi di Torino una manifestazione antifascista. Un presidio che ha con ogni evidenza l’unico intento di provocare chi domenica si recherà per le strade solo per non dimenticare un brutale genocidio che ha colpito migliaia di famiglia italiana e di alimentare la cultura dell’odio’’.

 

11 Novembre 2011: Serata in Ricordo del Martirio degli Italiani di Istria Fiume e Dalmazia

Domenica 13 Febbraio: Fiaccolata nel Ricordo delle Foibe a Torino

Per il secondo anno consecutivo le fiaccole illumineranno il quartiere degli Esuli.

Torino, 9/02– Anche quest’anno CasaPound Italia, l’associazione che fa capo a Gianluca Iannone, organizzerà una fiaccolata per la tragedia delle Foibe in prossimità del ‘Giorno del Ricordo’ che si celebra il 10 Febbraio. “Quest’anno abbiamo scelto di illuminare con le nostre fiaccole il quartiere che ospitò gli esuli – ha spiegato Marco Racca, responsabile di Cpi per il Piemonteo – perché vogliamo lanciare un messaggio forte, consapevoli che sia dovere di ogni italiano ricordare una delle più grandi tragedie nazionali”. L’appuntamento fissato da CasaPound è per Domenica ore 18 C.so Toscana angolo c.so Lombardia . “Quello delle Foibe – ha continuato Racca – fu un vero e proprio genocidio italiano, che vogliamo ricordare per rendere omaggio a chi nei territori di Istria, Dalmazia e Friuli – Venezia Giulia a partire dall’8 settembre 1943 perse la vita o subì torture, rastrellamenti o fu costretto a lasciare la propria terra”.

Già lo scorso anno il corteo organizzato dall’associazione, che attraversò ed illuminò le stesse vie che saranno percorse quest’anno, fu molto partecipato ed in un toccante silenzio terminò proprio davanti alla lapide che ricorda l’Esodo.“E’ da quel momento che idealmente vogliamo ripartire, per dimostrare che nonostante quest’argomento è stato insabbiato per anni in ogni ambito, c’è chi non ha dimenticato il massacro di oltre 20000 infoibati e l’esilio di 350000 italiani. Invitiamo cittadini ed istituzioni ad essere presenti, – ha concluso Racca – certi che quest’anno saremo ancora di più e dimostrando che il muro costruito ad arte per nascondere quella che è stata un’operazione sistematica di pulizia etnica contro il popolo italiano, è ormai destinato a cadere del tutto”.