Tag Archives: Cultura

Torino: presentazione del nuovo libro “ITALIA: RISORGI, COMBATTI E VINCI”

ITALIANI IN TRINCEA

Raccoglie le testimonianze del Tributo con cui CasaPound Italia ha voluto rendere onore al Sacrificio degli Italiani nella Prima Guerra Mondiale, Tributo esplicitatosi in tutta Italia in conferenze, azioni di ripulitura e valorizzazione dei Monumenti ai Caduti, escursioni sui percorsi storici alpini e montani della Grande Guerra, un percorso culminato nella grande manifestazione della città di Gorizia del 23 maggio 2015. Il tutto descritto e documentato con scritti e fotografie.
Un Tributo perchè dell’Esempio resti memoria forte, a infiammare lo Spirito.
Oltre duecento foto
Scritti di Adriano Scianca, Andrea Lombardi e Pierluigi Romeo.

La Presentazione si terrà a #Torino presso il Circolo Asso Di Bastoni, venerdi 23 Ottobre dalle ore 21,30.

Interverranno:
LUIGI VATTA (CasaPound)
IVAN CAMMARESANA (La Muvra – gruppo escursionistico montano)
ANDREA LOMBARDI (scrittore – co-autore del libro)
Siete invitati a partecipare numerosi a questo evento.

15-18 – Italiani in trincea

per acquistare il libro ecco il link: http://www.uscocchia.org/pro…/italia-risorgi-combatti-vinci/

Torino, 24/04/2015: l’Asso di Bastoni presenta la conferenza “TORINO 1706”

VENERDI 24 APRILE 2015
Apertura speciale dalle 17!
Cena dalle 19!

Dalle 21,30interviene Pier Andrea Ferro su:
TORINO 1706
Gli uomini dell’assedio – vita e morte nella Cittadella

Per chi non lo sapesse:
Nel 1706 oltre 44.000 soldati franco-spagnoli accerchiarono la cittadella di Torino fortificata difesa da circa 10.500 soldati sabaudi che combatterono strenuamente fino al 7 settembre, quando l’esercito a difesa della città comandato dal Principe Eugenio e dal duca Vittorio Amedeo II costrinse i nemici a una precipitosa ritirata.

assedio torino

Torino, 06/03/2015: Presentazione del Progetto “15-18: Italiani in Trincea”

Buongiorno,
a 100 anni dalla Prima Guerra Mondiale, inizia un tour di eventi per ripercorrere l’eroismo e la storia…

PRIMA TAPPA A TORINO
Venerdi 6 MARZO 2015
ore 22,00

INTERVENGONO:
Marco Racca
(CasaPound Italia)
Simone Molinario e Patrizio Battisti
(curatori del Progetto)

presso il Circolo
ASSO DI BASTONI
via benvenuto Cellini 22A
Torino

VI ASPETTIAMO!


Di seguito il comunicato ufficiale:

CasaPound ricorda la Grande Guerra con una serie di iniziative dal prossimo maggio al 2018

CasaPound Italia presenta il progetto “15-18 – Italiani in trincea”, che, dal 24 maggio 2015 al 4 novembre 2018, ripercorrerà la storia e l’eroismo della Grande Guerra in occasione del suo centesimo anniversario.
In collaborazione con il gruppo escursionistico La Muvra e con il Blocco Studentesco, saranno sistematicamente proposti, nell’arco del triennio, eventi culturali e conferenze su fatti inerenti alla Grande Guerra, combinati ad escursioni sui luoghi dove si sono combattute le battaglie più importanti per l’esercito italiano, secondo un calendario che a breve sarà largamente diffuso. Al termine di ciascun anno verrà organizzata una mostra illustrativa delle migliori fotografie dei luoghi visitati e sarà resa disponibile agli interessati la documentazione storica ed escursionistica prodotta nel periodo.

“Saranno richiamati alla memoria ed approfonditi gli avvenimenti che cent’anni fa videro gli italiani, provenienti da ogni parte della nazione, combattere nelle trincee per attestare la grandezza di un’Italia ancora giovane” dichiarano i promotori del 15-18 che proseguono così nella illustrazione del progetto: “In un momento della storia d’Italia in cui la sovranità, la libertà e il futuro stesso della nostra nazione sono sottomessi a interessi stranieri, CasaPound Italia ritiene di fondamentale importanza rivendicare e rammentare, anche ai più distratti, l’eroismo generoso dei giovani soldati italiani”.

Gli itinerari più significativi della Guerra, dal Veneto al Trentino Alto Adige, dalla Lombardia al Friuli Venezia Giulia, ove si immolarono tantissimi eroi italiani, saranno ripercorsi anche fisicamente al fianco del gruppo escursionistico di CasaPound, La Muvra.
Verrà inoltre avviato un progetto di ricerca, cura e manutenzione dei monumenti dimenticati legati alla Grande guerra, che culminerà nella pubblicazione di un libro fotografico.

Per info:
email italianiintrincea1518@gmail.com
pagina facebook 15-18 Italiani in trincea

15-18

Torino, 17/12/2014: Gabriele Adinolfi al circolo Asso di Bastoni

I rossi, i neri e la morte

MERCOLEDI 17 DICEMBRE 2014
DALLE 21

GABRIELE ADINOLFI PRESENTA LE SUE ULTIME OPERE

L’eccidio di Acca Larentia è l’avvio di una campagna di terrore che si concluderà con l’uccisione di Aldo Moro. Gli assassini di Acca Larentia rappresentano l’anello più periferico dell’organizzazione armata che persegue il suo “attacco al cuore dello Stato” incurante del fatto che quell’attacco lo sta richiedendo a gran voce la Loggia P2 e che tutto, a iniziare dal defenestramento del Questore di Roma, Migliorini e dal commissariamento dei servizi segreti italiani, è stato messo in piedi per facilitare la loro offensiva.

Anche il logistico della prigionia di Aldo Moro lo si deve a forze istituzionali “deviate”.
Da Acca Larentia ad Aldo Moro si muovono insieme, non propriamente nell’ombra, apparati internazionali (francesi, israeliani, sovietici, tedeschi dell’est, italiani e americani).
L’azione si svolge in contemporanea a Roma e a Parigi dove, accanto alla Scuola Hypérion di cui si è parlato spesso e quasi sempre in modo impreciso, è in piedi da un quarto di secolo il Réseau Curiel, vero e proprio stato maggiore dell’insurrezionalismo: fa capo a Mosca, è protetto da Parigi e da Tel Aviv ed è seguito con benevola attenzione da Washington.
In questa tela di ragno si muovono, con sforzo titanico o con distacco esistenziale, le avanguardie armate rosse ma anche quelle nere che nella forbice Acca Larentia – Moro inseguono la vendetta ma anche l’emulazione. Questo in Italia. Invece in Francia si stanno già muovendo con assoluta discrezione e segneranno punti pesanti nella contesa.
I rossi, i neri e la morte, il secondo romanzo storico di Gabriele Adinolfi, si svolge in questo scenario: aggiunge fantasia al reale ma l’essenziale di questo romanzo è realissimo per quanto lo si possa ritenere erroneamente fantastico. Alcuni dei personaggi di Quella strage fascista. Cos’ è se vi pare tornano in azione, intrecciandosi con figure fantomatiche ma realissime (Il Direttore d’orchestra, Il Vicedirettore della scuola, la Dama scarlatta).
Essenziale il collegamento stretto tra tutte quelle realtà che sono state tenute regolarmente separate per evitare che se ne avesse una chiave di lettura corretta e le diverse psicologie dei protagonisti (militanti dell’ultrasinistra, neofascisti, brigatisti, agenti, cospiratori ecc).
Solo l’intreccio di quelle psicologie e di quelle realtà offre una lettura reale e il più possibile completa di un’epoca tragica ma anche epica.
Questo è il senso di questo romanzo storico che fornisce anche qualche rivelazione inedita dalla portata non propriamente irrilevante.

Torino, 07/11/2014: L’asso di Bastoni presenta “Con Mussolini prima e dopo piazzale Loreto”

Venerdi 7 Novembre 2014 ore 21,30
presentazione del libro
CON MUSSOLINI, PRIMA E DOPO PIAZZALE LORETO
di Domenico Leccisi, edito da Settimo Sigillo.

Intervengono:
GABRIELE LECCISI
Avvocato e Presidente Circolo Culturale Domenico Leccisi
MARCO RACCA
coordinatore CasaPound Italia Piemonte

per sapere meglio chi è Domenico Leccisi, vi invitiamo a leggere questo link: http://it.wikipedia.org/wiki/Domenico_Leccisi
e, ovviamente, a venire all’incontro!

con mussolini prima e dopo piazzale loreto