Monthly Archives: luglio 2013

Torino, 27/07/2013: aperitivo e saldi pre chiusura estiva presso la libreria Uscocchia

SABATO 27 LUGLIO GIORNATA DI SALDI AD USCOCCHIA.

Sconti del 10, 20, 30 % su tutti (o quasi) i prodotti.

Corri anche tu a prendere il tuo libro da spiaggia, la colonna sonora della tua estate o un capo di vestiario firmato rivoluzione.

COSA ASPETTI?

saldi uscocchia luglio 2013

 

Torino: CasaPound commina finte multe per protesta

Torino 17/07/2013 – Decine di finte multe messe nella notte sui parabrezza delle auto parcheggiate nei parcheggi a pagamento di Torino, Rivoli ed Ivrea: è questa l’azione shock di CasaPound Italia per protestare contro le strisce blu.

“Prima o poi tocca a tutti prendere una sanzione amministrativa per non aver pagato la zona blu – ha spiegato Matteo Rossino responsabile di CasaPound Torino – e questa notte, solo per finta, è toccata a centinaia di cittadini torinesi, rivolesi ed eporediesi.”

“Abbiamo in più occasioni affrontato l’annosa questione dei parcheggi a pagamento – ha ricordato Rossino – le amministrazioni sanno che spesso le strisce blu sono illegali e non potrebbero pretendere alcunché per la sosta. Eppure non solo aumentano le tariffe ma espandono anche le zone blu senza alcuna logica.”

“A Torino nelle zone antistanti gli ospedali, a Rivoli ed Ivrea anche in zone lontane dal centro ci si imbatte nei posteggi a pagamento – ha continuato Rossino – a tariffe che paiono decisamente spropositate. Non capiamo quale sia la strategia delle amministrazioni: tagliano sul trasporto pubblico, aumentano i prezzi per i titoli di viaggio e contemporaneamente estendono le aree di parcheggio a pagamento aumentando le tariffe. Le due strategie sono contrastanti e illogiche se non fosse che i comuni di Torino, Rivoli ed Ivrea sono solo interessati a far cassa, spremendo le tasche dei propri concittadini”

“Con queste finte multe – ha concluso Rossino – vogliamo avvertire le istituzioni che se intenderanno, come loro solito, aumentare nuovamente le zone blu approfittando dell’estate, troveranno sempre la nostra associazione battersi per evitare che l’inefficienza degli amministratori che indebitano le città, sia pagata dai sacrifici dei contribuenti”

5 ANNI DA ASSI!!!

SABATO 20 LUGLIO 2013

5 ANNI DA ASSI!!!
L’ormai tradizionale festa di compleAsso!
5 anni di gestione, di comunità, di sudore, di risate, di vittorie, di conferenze, di concerti, di fratellanza, di famocomecazzocepare, di bevute, 5 ANNI DI FASCISMO, 5 ANNI DA ASSI!

ore 19 APERTURA cocktail bar
ore 22 ASSO BAND in concerto
dalle 23 DJ SET by rbn torino

tutta la serata superofferte su cocktails e birre!

A BREVE NEWS!

Asso di Bastoni, il pub più odiato di Torino.
via cellini 22, Torino.

5 anni assi

Torino, 13/07/2013: l’Asso di Bastoni presenta l’RBN Fest 2013

Il circolo “Asso di Bastoni” organizza sabato 13/7/2013 l’ RBN FEST a Torino
Il programma della serata:
ore 19
APERITIVO con dj kaffeina
ore 20
CONFERENZA “quale futuro per le web radio”
interviene
Cristiano Coccanari (resp. naz. RBN)
ore 21
RBN CONTEST
partecipano le redazioni di Bologna, Aosta, Cuneo, Torino
dalle 23
DJ SET by rbn
rbn constest torino 2013

Torino, 06/07/2013: CP in piazza al fianco di PBT per sostenere l’abolizione dell’Imu per le famiglie con un disabile

Torino: CasaPound in piazza al fianco di Progetto Braccia Tese per sostenere l’abolizione dell’Imu per le famiglie con un disabile a carico

Torino, 6 luglio – Una manifestazione davanti al comune per sostenere l’abolizione dell’Imu per le famiglie con un disabile a carico. A svolgerla, oggi pomeriggio, è stata CasaPound Italia, in appoggio all’associazione di volontariato Progetto Braccia Tese “impegnata in questa battaglia di civiltà”.

“L’associazione Progetto Braccia Tese, tramite il consigliere Silvio Magliano – spiega Matteo Rossino, responsabile provinciale di CasaPound Italia – ha chiesto al Comune di farsi carico del rimborso dell’Imu pagata dalle famiglie che hanno un disabile a carico. Sosteniamo con tutte le nostre forze questa battaglia e per questa ragione abbiamo deciso di sensibilizzare la cittadinanza con un sit-in in centro, a due passi dagli uffici degli amministratori locali”.

“Troviamo intollerabile – sottolinea Rossino – il darwinismo sociale che caratterizza l’Italia in questi ultimi anni: i più deboli sono abbandonati a loro stessi, umiliati. Le famiglie dei disabili vivono difficoltà enormi, che rischiano di divenire insormontabili. Nessuno deve essere lasciato indietro. Il riscatto sociale per Torino e per l’Italia deve e può partire dalla solidarietà e dalla costruzione di un avanzato ed efficiente stato sociale”.

“Da cittadini – conclude Rossino – pretendiamo una risposta da parte del sindaco Fassino, la proposta di Progetto Braccia Tese dovrà essere discussa dal consiglio comunale entro agosto. Confidiamo in un ampio e trasversale consenso dell’assemblea, dopodiché ci aspettiamo un intervento concreto da parte del sindaco”.

 

972219_605901406111046_1689564859_n