Monthly Archives: ottobre 2010

30 Ottobre 2010: Incursioni Futuriste

24 Ottobre 2010: Azione Degli Animalisti Di CasaPound Italia Novara al Circo

Novara, 24 ottobre – Blitz animalista in occasione della presenza del Circo Orfei in città.
Questa notte alcuni militanti della ‘Foresta Che Avanza’, l’associazione animalista di CasaPound Italia, hanno affisso uno striscione con la scritta “Gli animali non si divertono” per protestare contro l’uso e il maltrattamento degli animali nei circhi.

“Negli ultimi decenni – spiega in un comunicato l’associazione – è profondamente cambiata la sensibilità dei cittadini verso i diritti degli animali: nonostante la bravura di artisti quali acrobati, giocolieri, clown ed illusionisti continui a far apprezzare l’arte circense, è l’uso degli animali che confina questo spettacolo in un mondo anacronistico.
Per tutta la loro vita gli animali sono obbligati in gabbie che diventano vere e proprie prigioni anguste, in molti casi con l’ausilio di veri e propri strumenti di tortura come le catene.
Esistono al mondo già moltissimi esempi di circhi che non utilizzano animali, primo fra tutti il Cirque Du Soleil. Ciò dimostra che questa strada può e deve essere intrapresa se si vuole recuperare un rapporto fra uomo e natura, coinvolgendo già le generazioni di più giovane età”.

“Inoltre, seppur apprezzato, è un dato di fatto che la popolarità del circo è in continuo declino – continua la Foresta Che Avanza – legando così la sua vita ai contributi statali per controbilanciare il calo di spettatori. Questa protesta vuole portare all’attenzione anche la nostra contrarietà alla legge n.163 del 30 aprile 1985 con cui, ogni anno, il ministero per i Beni culturali elargisce circa 7 milioni di euro di sovvenzioni di cui beneficiano un centinaio di circhi e che appartengono principalmente al capitolo di spesa del Fus, il Fondo unico dello spettacolo, lo strumento finanziario per sostenere le attività del cinema e degli spettacoli dal vivo.

23 Ottobre 2010: Aperitivo col Blocco

04 Ottobre 2010: Blocco Studentesco Novara, Caro parcheggio

Durante la seduta del 23 settembre il Consiglio di Facoltà ha stabilito di modificare il regolamento per i parcheggi portando di fatto ad un aumento del 100% del costo dell’abbonamento ed a una riduzione dei già scarsi posti auto (con l’approvazione del rappresentante dei GIOVANI PADANI).
Questo provvedimento ricade ancora una volta sulle finanze degli studenti già dissanguate da aumenti di tasse e dalle spese per i libri di testo.
In un periodo che vede i servizi di scuole e università costantemente sottoposti a tagli che ne inficiano la qualità, questo è l’ennesimo colpo a quello che dovrebbe essere un normale diritto di qualsiasi cittadino, quello all’ISTRUZIONE.
Chiediamo quindi che questa decisione venga rivista, stavolta con l’appoggio di tutti i rappresentanti degli studenti, perchè la riteniamo totalmente dannosa per gli universitari della facoltà.