Monthly Archives: dicembre 2009

30 Dicembre 2009: Alluminio Per La Vita

 

 

Alluminio per la Vita

L’iniziativa di raccolta delle linguette delle lattine in favore del Popolo Karen, in collaborazione con la Comunità Popoli ha raggiunto il suo primo traguardo.
Da Novara sono stati inviati i primi 4 Kg di alluminio con cui si potranno realizzare delle protesi per bambini vittime delle mine antiuomo Birmane.
Questa prima tappa è stata toccata grazie all’aiuto di moltissimi amici, studenti, esercenti che hanno capito il valore di un piccolo gesto in questa grande battaglia del Popolo Karen per la propria libertà.

E ora la raccolta continua!

FREE KAREN!

27 Dicembre 2009: Le preoccupazioni dell’ Italia dei Valori

Articolo dell’Italia dei Valori di Galliate (NO):
http://italiadeivalori-galliate.blogspot.com/2009/12/il-sindaco-ferrari-speghi-i-rapporti.html

Casapound Novara risponde:

Apprendiamo dal suo blog e dalla stampa la preoccupazione del Sig.
Rebecchi nei nostri riguardi.
Preoccupazione data, sicuramente, dalla poca conoscenza della nostra
associazione.
Facciamo un po’ di chiarezza.
CasaPound Italia e’ una associazione di promozione sociale legalmente
riconosciuta, quindi ha tutte le carte in regola per chiedere spazi per
le proprie iniziative, al di la’ delle simpatie o antipatie nei suoi
confronti.
E questo già basterebbe per chiudere la parte burocratica.

Apprendiamo inoltre con sorpresa, le accuse mosse con tanta sicurezza da
parte del Sig.Rebecchi verso di noi.
Accuse che ci definiscono (in ordine): “protagoniste di gravi episodi di
violenza”,”un pericolo per l’ordine pubblico, per le idee che divulga e
per le modalità con cui le mette in pratica”, “un danno all’immagine
dell’Amministrazione Comunale, alla figura di primo cittadino ed un
pessimo esempio per i galliatesi”.
Affermazioni pesanti che passeranno per vie legali visto che non
permettiamo che vengano screditati il nostro movimento ed il nostro lavoro.

Data tanta sicurezza, chiediamo al Sig. Rebecchi di illustrare anche noi
di quale violenza ci saremmo resi artefici.
E’ forse violenza quella di una associazione che, in poco piu’ di un
anno, ha creato su tutto il territorio nazionale 15 librerie, 20 pub e
moltissimi altri avamposti?
E’ un pericolo per l’ordine pubblico promuovere la raccolta delle firme
per due iniziative di legge popolare quali il “Mutuo Sociale” e “Tempo
Di Essere Madri”?
E’ un danno di immagine per l’Amministrazione Comunale ed un cattivo
esempio per i cittadini organizzare raccolte di aiuti per le vittime del
terremoto dello scorso aprile in Abruzzo (dove avevamo un nostro campo a
Poggio Picenze), per gli alluvionati messinesi o libri e giocattoli per
donare un sorriso ai piccoli pazienti dell’Ospedale Pediatrico di Novara
il giorno di Natale?

Se questa da qualcuno e’ ritenuta violenza, molto probabilmente allora
ha dei Valori che vanno in direzione opposta ai nostri e al desiderio di
una vera giustizia sociale per tutti gli italiani.

Visto comunque che il nostro stile e’ quello di agire sempre alla luce
del Sole, mettendoci la nostra faccia e i nostri nomi, invitiamo chi,
come il Sig.Rebecchi, vuole parlare di CasaPound a contattare il
responsabile e fargli le domande del caso.
Oppure, piu’ semplicemente, a partecipare alle nostre future iniziative.
Anche se ci stupisce il fatto che gli appartenenti ad un partito così
giustizialista, si prendano questi mal di pancia per una associazione
legalmente riconosciuta.

Simone Gaiera
CASAPOUND ITALIA NOVARAhttp://novaranonconforme.splinder.com
http://www.casapounditalia.org/
casapoundnovara@yahoo.it
333-6524319

22 Dicembre 2009: Un Natale per Tutti

Grazie alla disponibilità del Reparto di Pediatria dell’Ospedale
Maggiore di Novara, l’Associazione di promozione sociale CasaPound
Italia, effettuerà raccolta di giochi di società-istruttivi e libri di
narrativa per donare un pensiero a chi il Natale non potrà passarlo in casa.

“Vogliamo che un pensiero vada a quei bambini malati che non potranno
sentire la serenità che le feste dovrebbero portare” afferma Simone
Gaiera, responsabile provinciale di CasaPound Italia a Novara.

“Credere nella giustizia sociale significa incarnarla anche in questi
piccoli gesti. I novaresi ci hanno aiutato tantissimo per portare aiuto
ai fratelli abruzzesi colpiti dal terremoto, così come ci stanno
supportando materialmente per la popolazione alluvionata del messinese.
Siamo certi che anche questa iniziativa darà i suoi frutti”

RESOCONTO “UN NATALE PER TUTTI”

CasaPound Novara annuncia la riuscita dell’iniziativa “Un Natale per
tutti”, realizzata presso il reparto Pediatria dell’Ospedale Maggiore di
Novara.
“Nel primo pomeriggio – interviene Simone Gaiera, responsabile
provinciale di CasaPound Italia – ” ci siamo recati all’Ospedale
Maggiore per portare i nostri auguri ai piccoli ospiti del reparto
Pediatria, insieme ai libri ed ai giocattoli raccolti in questo mese
grazie all’aiuto dei cittadini novaresi. I doni sono stati lasciati
nelle mani dei responsabili del reparto, ai quali vanno i nostri auguri
e il ringraziamento per lo splendido lavoro che, con dedizione, tutti i
giorni mettono al servizio dei piccoli pazienti.”
“Soprattutto nelle festività è importante, anche con un piccolo gesto,
esprimere la propria solidarietà e vicinanza a chi soffre per una
condizione o per un bisogno.Ricordandoci pero’ di non fermarci quando le
feste passeranno perchè, tolti addobbi e luci, ci sarà sempre qualcuno
bisognoso che non avrà alcun regalo da poter scartare”

Io ho quel che ho donato!
Simone Gaiera
CASAPOUND ITALIA NOVARA
http://casapoundpiemonte.org
www.casapounditalia.org
casapoundnovara@yahoo.it
333-6524319

11 Dicembre 2009: Cpi Novara\Popoli conferenza pro Karen

8 Dicembre 2009: CasaPound Novara raccoglie aiuti per Messina

“Così come per l’Abruzzo, CasaPound Italia si
mobilita per portare il proprio aiuto nel messinese in quelle zone
colpite, nelle scorse settimane, da una tragica calamità naturale”. Lo
annuncia Simone Gaiera, coordinatore provinciale di Cpi per Novara.

“A Novara -spiega Gaiera- collaboreremo con le altre realtà di Cpi
piemontesi e valdostane per raccogliere materiale come latte Humana2,
giochi per bambini, abbigliamento nuovo (intimo e vestiario).
Questo perchè non ci si può dimenticare di chi ha bisogno solo perchè
l’impatto emotivo della notizia del distastro va scemando col passare
dei giorni”.